La nostra storia

SMA Modena, l’assistenza sanitaria senza scopo di lucro dal 1948 a Modena

Nell'Ottocento in Italia si sviluppano le prime forme di auto-organizzazione in risposta ai gravi disagi creati dalla disoccupazione, dalle cattive condizioni di lavoro e, in alcuni casi, dall'indigenza.

Nascono così le Società di Mutuo Soccorso, una delle prime esperienze di quel principio mutualistico che darà poi vita alle cooperative di consumo, e a tante altre forme di auto-organizzazione.
Il 21 luglio 1948 a Modena 29 artigiani fondano la Società Mutua Assistenza Artigiana di Modena e Provincia, che ha come oggetto “l'elargizione di un sussidio di malattia e infortuni tra i soci, ed è a tempo indeterminato”. I soci sono sarti e sarte, calzolai, orologiai, falegnami, elettricisti e meccanici che scelgono la modalità dell'autogestione per sopperire alle carenze del sistema sociale sul piano sanitario e assistenziale.
Passata in 5 anni da 29 a 1540 soci, SMA Modena apre progressivamente a nuove categorie produttive: coltivatori diretti, piccoli commercianti ed esercenti. L'innovazione e il progressivo ampliamento dei servizi proseguiranno nel tempo, aumentando le prestazioni fornite, in un crescendo che la porta all'inizio degli anni Settanta ad una profonda modernizzazione sia dal punto di vista societario sia rispetto alle prestazioni erogate.
Oggi SMA gestisce assistenze individuali e fondi sanitari collettivi, erogando forme di assistenza sanitaria integrativa al Servizio Sanitario Nazionale, quali indennità per malattia e/o infortunio, rimborsi di spese mediche per accertamenti diagnostici, visite specialistiche, cure odontoiatriche, interventi chirurgici e ricoveri.