Piani per le imprese

Dal 2010 SMA ha costituito il proprio Fondo Pluriaziendale, regolarmente iscritto all’Anagrafe dei Fondi Sanitari Integrativi presso il Ministero della Sanità, per offrire soluzioni vantaggiose alle Imprese che vogliono garantire ai propri dipendenti tutele sanitarie ad integrazione di quelle fornite dal Servizio Sanitario Nazionale.

L’Impresa che aderisce al Fondo SMA stipula una specifica convenzione che può riguardare la totalità del personale o uno o più settori dell’azienda. Le quote possono essere totalmente a carico dell’azienda o in parte a carico anche dei lavoratori.

All’ impresa viene garantita la deducibilità delle quote versate, che inoltre non costituendo reddito per il dipendente, non sono soggette ad imposizione fiscale e solo parzialmente a carico dell’Impresa di un contributo previdenziale di solidarietà del 10%.

PERCHÉ ADERIRE AL FONDO PLURIAZIENDALE SMA?

Le agevolazioni fiscali e contributive rendono certamente conveniente sia per l’Impresa che per il dipendente l’adesione ad un Fondo Sanitario Integrativo aziendale rispetto ad altre forme di incentivo di carattere economico salariale.

Minori sono i costi a carico dell’impresa e maggiori i vantaggi per i lavoratori che possono ridurre i costi per l’accesso a prestazioni sanitarie accedendo, in forza della convenzione sottoscritta dalla Impresa, a rimborsi e non alle sole detrazione fiscali previste per le spese mediche.

A differenza di altri Fondi integrativi gestiti da altri soggetti profit, alla base del Fondo Pluriaziendale c’è l’adesione ad una Mutua sanitaria e questa adesione può garantire sia all’Impresa che ai lavoratori piani sanitari personalizzati e creati ad hoc.

Proporre inoltre coperture sanitarie collettive attraverso la convenzione con una Mutua permette di poter estendere la fruizione del Piano sanitario al coniuge ed ai figli conviventi del dipendente, nonché ai lavoratori che hanno interrotto il rapporto di lavoro per pensionamento.

E tutto ciò con deduzione dei costi sostenuti per l’iscrizione alla Società di Mutuo Soccorso dal proprio reddito personale.

Per l'impresa

  • I contributi versati dall’ impresa sono interamente deducibili dal reddito d’impresa
  • Non rientrano nella retribuzione per cui l’impresa non deve versare oneri fiscali trattenendoli al dipendente
  • Paga solo un contributo previdenziale ridotto nella misura del 10% invece della normale contribuzione all’INPS.

Per il dipendente

  • Riceve un importo netto per la copertura sanitaria pari al versamento del contributo effettuato dall’impresa
  • Ottiene il rimborso delle spese sanitarie sostenute
  • Il contributo da lui direttamente versato alla Mutua per i familiari è fiscalmente deducibile dal proprio reddito personale.
  • Un risparmio per l’Impresa.
  • Fidelizzazione e valorizzazione del dipendente che non subisce gravose ritenute e può contare su una copertura sanitaria integrativa
  • Realizzare quindi una copertura sanitaria collettiva per i propri dipendenti può essere più conveniente di riconoscere un aumento retributivo in busta paga.
quindi ... cosa aspetti?